La scelta dei souvenir

La scelta dei souvenir

Ogni qualvolta effettuiamo un nuovo viaggio, oltre a scoprire le bellezze del posto e a goderci la spesso meritata vacanza, ci dedichiamo, specie poco prima del ritorno alla quotidianità, al fatidico acquisto dei souvenir.
Si tratta infatti di una pratica comunissima e da non sottovalutare, si può acquistare infatti di tutto: dagli oggetti quasi privi di valore ad altri ben pensati ed il tutto per avere almeno qualcosa di materiale che ci ricordi il luogo che abbiamo visitato, in modo da poter rievocare le emozioni provate ogni qualvolta lo desideriamo.
Come è possibile immaginare spesso alcuni oggetti, che si tratti di cibi tipici o di veri e propri oggettini artigianali, vengono acquistati d’impulso, senza riflettere.

Alcuni consigli pratici

Per prima cosa se siete abituati ad acquistare souvenir non solo per voi ma anche per amici e parenti, prima di tutto cercate di preparare una lista dei destinatari in modo da aver chiaro fin da subito il numero di cose da acquistare, evitando inutili eccessi o di dimenticare qualcuno.
Una volta scelta anche la somma approssimativa che si desidera spendere è consigliabile procedere nella ricerca del miglior rapporto qualità/prezzo ma soprattutto di quei prodotti locali, meglio se artigianali e creativi in modo da promuovere l’economia del posto e regalare qualcosa talmente tipica da non poter essere considerata di nessun altro luogo.
Uno dei modi per far colpo molto spesso riguarda l’acquisto di prodotti gastronomici locali di qualità, magari organizzando anche una cena con gli amici tutta basata sui cibi tipici del posto da cui si è tornati.
Naturalmente in mezzo a tutti questi consigli non dimenticate di avere uno spazio limitato in valigia, soprattutto se partiti in aereo o in bus, questo vi permetterà di evitare oggetti ingombranti o peggio ancora inutili.

Cosa acquistare in Polinesia

Se il vostro desiderio è un bel viaggio in Polinesia, dopo esservi rivolti all’agenzia Travel Design per una buona organizzazione ecco per voi alcuni souvenir da acquistare:
-il tiki, si tratta di sculture scolpite nel legno o nelle pietre laviche raffiguranti divinità;
-il tapa, si tratta di una stoffa ricavata dal gelso della carta e dipinto con motivi tradizionali, ricchi di colori;
-cappelli, essi sono in voga nell’isola e i più tipici sono quelli in fibre vegetali intrecciate tra di loro, da cui si ricavano varie forme;
-oggetti in madreperla, le più famose ed amate dalle donne sono le perle nere di Tahiti.
Insomma non tornerete senza un oggetto che vi conquisti il cuore!

 

Lascia un commento