Adottare un cucciolo con le carte in regola: allevamento VS fai da te

Adottare un cucciolo con le carte in regola: allevamento VS fai da te

Decidere di accogliere nella vostra casa un cucciolo è un passo davvero importante che richiede piena consapevolezza del gesto che si sta per compiere.

I cuccioli, infatti, hanno bisogno di attenzioni, cure, formazione ma, soprattutto, amore e pazienza.

Di conseguenza, sia che il cucciolo vivrà in una famiglia numerosa sia con un singolo individuo, è indispensabile domandarsi se si è pronti ad aprire completamente il proprio cuore al nuovo “membro” della famiglia.

Successivamente, quando non avrete più alcun dubbio in merito, è importante non compiere scelte avventate sulla tipologia di cucciolo di cui ci si vuol prendere cura.

Adottare un animale, infatti, sembra molto semplice ma non è così!

A volte, per inesperienza o entusiasmo, si sceglie un cucciolo solamente per il suo aspetto esteriore, andando così incontro a situazioni di incompatibilità tra la propria vita di ogni giorno e le esigenze del cucciolo stesso, come ad esempio la sua cura o alimentazione.

Per questo motivo, vorremmo darvi qualche consiglio su come adottare un cucciolo e farvi conoscere alcune condizioni da rispettare per il bene vostro e dell’animale stesso, in modo tale da essere certi di effettuare un’adozione giusta e responsabile.

Innanzitutto, come già accennato, effettuate una piccola “analisi” del vostro modus vivendi, in modo tale da avere un’idea del tempo che avrete a disposizione per prendervi cura del cucciolo.

Di seguito, può essere un’ottima idea preparare la vostra casa per accoglierlo al meglio prima ancora di adottarlo. Ad esempio con qualche giocattolo, mangime umido specifico per cuccioli o altri prodotti per aiutarlo nella crescita.

Successivamente è consigliabile rivolgersi ad un veterinario o ad un cinofilo che vi aiuterà a scegliere, fra tantissimi cuccioli da adottare, il più adatto a voi.

Abbiamo chiesto un parere a chi alleva seriamente con tutte le carte in regola, i titolari dell’allevamento Bovaro del bernese della provincia di Mantova: ecco cosa ci hanno risposto.

Ricordate, è importantissimo che il cucciolo abbia minimo 70 giorni in quanto le settimane precedenti sono le più importanti per la conoscenza del mondo esterno poiché lo aiuteranno a relazionarsi con i loro simili per essere adulti più sicuri ed equilibrati.

Infine, non dimenticate che dovrà essere sverminato, vaccinato e con microchip identificativo, nella mancanza del quale si commete un reato punito con la reclusione da tre mesi a un anno e con la multa da euro 3.000 a euro 15.000.

Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto, reiteratamente o tramite attività organizzate, introduce nel territorio nazionale animali da compagnia di cui all’allegato I, parte A, del regolamento (CE) n. 998/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 maggio 2003, privi di sistemi per l’identificazione individuale e delle necessarie certificazioni sanitarie e non muniti, ove richiesto, di passaporto individuale, é punito con la reclusione da tre mesi a un anno e con la multa da euro 3.000 a euro 15.000»

Cosa aspettate? Tantissimi adorabili cuccioli da adottare vi stanno già aspettando, pronti a ricompensarvi con tanto amore ma attenzione, affidatevi solo ad allevatori seri e competenti!

Lascia un commento