Tecnologia sempre in movimento: vediamo il 5G

Il 2018 è stato un anno che ha visto lo sviluppo di nuove tecnologie, e lo sviluppo di smartphone sempre più funzionali e di ultima generazione, nonostante anche modelli più vecchi continuano a riscuotere grande successo, basti vedere la recensione per il Samsung Galaxy J5 2017.

Nel 2019 dovrebbero arrivare delle succose novità.

Tra le novità che gli appassionati delle nuove tecnologie stanno aspettando con spasmodica attesa troviamo sicuramente l’avvento del 5G, che arriverà nella maggior parte dei dispositivi a partire dal 2020, anche se in alcune parti arriveranno già a partire dal 2019.

5G di che cosa si tratta

Il 5G è la nuova frontiera delle reti wireless a banda larga, che porterà i dati mobili degli smartphone ad avere un raggio d’azione ancora più ampio e la possibilità di collegarsi con altri dispositivi intelligenti.

L’arrivo del 5G è molto importante, infatti l’obiettivo è quello di avere una copertura del segnale mai vista prima che permetterà di rimanere costantemente connessi e vista la possibilità di collegarsi anche ad altri dispositivi grazie allo IoT, diventerà possibile attivare gli elettrodomestici di casa anche quando siamo fuori.

La velocità del 5G e la differenza con il 4G

Quella del 5G si preannuncia come una grande rivoluzione, la sua velocità di trasmissione sarà di molto superiore al 4G, almeno 50 volte, e va notato come il 4G ha una capacità che si attesta su 1GBPS.

Grazie a questa sua velocità elevata il 5G permetterà di avere:

  • Connessioni da 1 a 10 Gbps agli end point sul campo

  • Ritardo end to end di 1 millesimo di secondo

  • 100x di larghezza di banda per unità di area

  • Da 10 a 100x per dispositivi collegati

  • Percezione di copertura del 100%

  • Durata della batteria del telefono fino a 10 anni

Quali dispositivi useranno il 5G e quale sarà il prezzo

I principali beneficiari del nuovo servizio della 5G saranno sicuramente gli smartphone, quelli di ultima generazione, ma non solo infatti rientrano nella categoria anche: i tablet, le automobili che presentano una connessione internet, i droni, le infrastrutture che fanno parte delle smart city, i visori per la realtà virtuale e tutti quei prodotti che fanno parte dell’Internet of Things.

Per quello che riguarda i costi del 5G,  la produzione per le aziende dei vari componenti hardware non dovrebbero avere dei prezzi elevati, infatti si tratta dell’evoluzione di alcune componenti già utilizzate e questo non dovrebbe comportare spese elevate neanche per i vari fornitori dei servizi di telecomunicazioni e per gli utenti

Lascia un commento