Traslochi a Olbia, qualche consiglio

olbia

Come ci si prepara ad un trasloco? Al di là dell’impatto emotivo che può avere un evento del genere, sono molti gli aspetti che meritano di essere presi in considerazione nel momento in cui ci si approccia a questo appuntamento. Un passaggio fondamentale è rappresentato dal materiale che servirà per gli imballaggi, a cominciare dalle scatole e dagli scatoloni, che devono essere il più possibile resistenti per evitare che si rompano nel caso in cui la merce contenuta e trasportata sia troppo pesante. In linea di massima, il loro peso non deve superare i venti chili, sia per evitare qualsiasi tipo di inconveniente, sia per rendere più semplice il loro trasporto e fare sì che risultino più maneggevoli. Se non si ha la minima idea di come agire, comunque, nessun problema: ci si può rivolgere a una impresa specializzata in traslochi.

Per esempio, per i traslochi Olbia ci si può affidare a un’azienda come Terranoa Service, che serve tutta la Sardegna e che garantisce tempi rapidi e massima professionalità grazie a uno staff qualificato ma, soprattutto, grazie a tecnologie all’avanguardia e a una strumentazione di prim’ordine, in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza e di assecondare qualunque genere di richiesta (basti pensare alle difficoltà che si potrebbero incontrare nel trasporto di mobili in un appartamento situato al nono piano di un palazzo). Chi fosse interessato può richiedere un preventivo, ovviamente gratuito.

Che si tratti di traslochi a Olbia o in qualsiasi altra città, in ogni caso, se si procede agli imballaggi in prima persona è bene tenere a portata di mano il cosiddetto pluriball, vale a dire il film a bolle d’aria che consente di proteggere i bicchieri, i piatti, i lampadari e tutti gli altri oggetti delicati e fragili in modo affidabile, oltre al nastro da pacchi e a un pennarello indelebile con il quale scrivere su ogni contenitore e su ogni etichetta che cosa si trova all’interno.

Particolare attenzione deve essere prestata alle operazioni di carico e scarico: anche per questo motivo è utile scegliere un’azienda del settore, che dispone di automezzi ad hoc e attrezzature specifiche per qualunque genere di contesto e di necessità. Come è facile immaginare, movimentare un armadio blindato o una cassaforte, ma anche un pianoforte a coda, un oggetto d’arte o una macchina industriale, non è esattamente una passeggiata, e c’è bisogno di poter contare su una ricca ed eterogenea gamma di mezzi. Bisogna ricordarsi, poi, di lasciare liberi i passaggi per i mezzi: niente parcheggi che possano ostruire od ostacolare la loro attività. In alcuni casi, infine, è possibile anche assicurarsi, con coperture, polizze ed estensioni che consentono di essere tutelati da qualsiasi rischio nell’eventualità in cui uno o più arredi dovessero subire dei danneggiamenti o comunque essere compromessi nel corso del trasporto.

June 15th, 2016 by